Loading...
Pasticceria 2017-04-04T11:41:31+00:00

I BIGNÈ

UN MONDO CON LA CREMA DENTRO

Il nostro bignè, ovvero, le mani nell’impasto.

L’impasto del bigné ha una cottura molto delicata, perché se viene sfornato troppo presto si rischia di ottenere delle orribili pizzette di impasto sgonfiato. Ma che cos’è la pasta choux (o pasta bignè)? È una pasta molto particolare perché viene cotta due volte, è una pasta leggera e dal guscio croccante, in cottura  si gonfia divenendo cava al suo interno.
Quando i bignè saranno completamente freddi si possono utilizzare subito per la preparazione oppure si conservano in frigorifero fino al momento di utilizzarli e dargli una passata in forno prima dell’utilizzo per ripristinarne la croccantezza.

Il bignè e le suore Orsoline.

Il bignè è una piccola pasta dolce di forma tondeggiante formato da una pasta di farina, uova, latte, zucchero, burro, liquore e lievito che viene divisa in piccole forme, successivamente fritte e spolverate di zucchero a velo. Si ritiene che la ricetta sia stata portata nel corso del Settecento dalle suore dell’ordine delle Orsoline e sia diventa comune nel 1800. È un piccolo dolce composto da un guscio di pasta choux ripieno di creme variamente aromatizzate, diventata famosa dalla Belle époque in poi. I gusci di bignè cuociono brevemente a temperature intorno ai 200° e nel cuocere gonfiano divenendo leggeri e cavi all’interno. Vengono poi riempiti di farcitura e successivamente coperti di glassa.

IL CANNONCINO

UN’ESPLOSIONE DI FELICITÀ

Il nostro cannoncino è una cannonata.

Prima di tutto bisogna preparare la crema, che occorre poi fare raffreddare. Poi si deve montare la panna e incorporarla alla crema dal basso verso l’alto. Si scalda il forno a 180°- 200° e si inizia la preparazione dei cannoli. Si ritagliano dalla sfoglia delle strisce larghe circa 1,5 cm. Si arrotola ogni striscia su un conetto, partendo dalla estremità più stretta. Si spennella la striscia con dell’acqua, così aderisce meglio e non si apre in fase di cottura. Si passa poi il cannolo sullo zucchero, sistemato precedentemente in un piattino. Si cuociono i cannoli in forno per circa 15-20 minuti. Si tolgono dallo stampino e quando sono freddi, con l’aiuto di un sac à poche, si riempiono a piacere con la crema.

Potenza del cannoncino!

Il cannoncino è una specialità culinaria gastronomica tipicamente italiana. Questo pasticcino è composto da pasta brisé arrotolata e ripieno di crema o zabaione, generalmente decorato con granella di biscotto o, più di sovente, di nocciole Piemonte. Occasionalmente vengono farciti con panna montata oppure cioccolata. Specialmente nell’Italia del Nord è anche venduto, in versione più grande, nelle panetterie o al bar come alternativa al croissant per la colazione. Usato sempre come dolce, risulta particolarmente friabile ed è uno dei pasticcini più conosciuti e richiesti dagli italiani.